SKY 100

Lo SKY 100 fa un ulteriore passo avanti abbandonando definitivamente la versione equipaggiata con carburatore WALBRO32 e sostituendo quest'ultimo con il modello WG8. Grazie a questo nuovo carburatore possiamo avere enormi vantaggi sia a livello tecnico sia funzionale.

Dopo numerose ore di prova e molteplici test effettuati da nostri tecnici specializzati abbiamo riscontrato che il nuovo walbro WG8 è:

  • piu fluido nell'erogare potenza;
  • piu semplice da tarare grazie alla sua unica regolazione;
  • consumi ridotti;
  • versatile e adattabile ai modelli precedenti (quelli con il WB32);

Inoltre è Il circuito di raffreddamento che ci permette di utilizzare questo tipo di carburatori. Infatti grazie al raffreddamento a liquido la temperatura del blocco motore sarà sempre stabile e sotto controllo, in modo tale da avere un motore che lavori sempre allo stesso regime; senza dimenticare poi il rendimento e la stabilita d'esercizio anche nei paesi piu caldi.

La caratteristica fondamentale dello SKY100 è che, non essendo mai esposto al pericolo del surriscaldamento esso diventa un motore eterno,di durata ben piu lunga rispetto la media di altri motori della stessa categoria.

non solo la modalita di raffreddamento ma anche la tecnica utilizzata nella realizzazione, le rifiniture curate, le prestazioni (18 cv a 10.200 giri), il peso contenuto grazie all'utilizzo di leghe leggere con eccellente resistenza ed al particolare processo di lavorazione con macchine a controllo numerico C.N.C., collocano lo SKY 100 al top nella sua categoria.

SCARICA IL MANUALE

Download

Leggimi

Avvertenze per il corretto uso dello Sky 100

Manuale

Manuale d'uso del motore Sky 100

Parti ricambio

Elenco ricambi del motore Sky 100

Volare a basse temperature

Nell'uso invernale del paramotore, qualora le temperature fossero prossime allo zero, per un corretto funzionamento del motore è necessario parzializzare il radiatore in modo da permettere la circolazione convettiva del liquido refrigerante.
Intorno agli zero gradi consigliamo di coprire una zona pari a circa 100 mm dal lato di ingresso. Per tale operazione, si può utilizzare del nastro telato o qualsiasi altro supporto, assicurandosi che sia saldamente ancorato e che non possa staccarsi finendo nell'elica.

Per temperature inferiori coprire una porzione maggiore.